Casa ad Ansedonia

Una piccola villa anni ’60 all’interno di un comprensorio costruito con i materiali tipici della zona (legno, roccia locale e intonaco grezzo), è stata oggetto di un complesso intervento di ristrutturazione che ne ha ridisegnato parte dei prospetti e ridistribuito gli interni ottimizzando gli spazi rileggendoli in chiave contemporanea.
L’intero spazio all’aperto è stato ridisegnato: le pareti in pietra della casa sono diaframmi permeabili attraverso i quali lo spazio interno si raddoppia in continuità con lo spazio organizzato dell’esterno.
Grande attenzione è stata prestata all’uso e alla scelta dei materiali: travertino, arenaria fossile, legno di quercia grezzo, cotto nero etrusco, ottone naturale.

Codice progetto:
m.b /18
Lavoro:
Progetto di risanamento conservativo
Luogo:
Ansedonia (GR)
Superficie:
218 mq interno e 310 mq giardino
Anno:
2015
In collaborazione con:
Arch. Ludovica Costa e con Ansedonia Garden design Gaia Chaillet Giusti

Fotografo: Diana Lapin